Benci House

Firenze / 2016
Architettura, Interni

mostra altro

Benci House nasce dentro le mura di un appartamento di impianto medioevale del centro storico di Firenze. Il progetto architettonico del nuovo green boutique hotel dà vita a un’esperienza sensoriale unica attraverso l’immersione in una dimensione essenziale e al tempo stesso autentica della natura, declinata attraverso la consistenza materica del legno. Ciascuna delle quattro camere è connotata da un’essenza – noce, rovere, castagno, cipresso – con cui sono realizzati i pavimenti, le boiseries e i vari elementi d’arredo che si muovono sulle superfici orizzontali e verticali, proponendo esperienze tattili, olfattive e visive del mondo naturale: l’albero, il nido, la catasta di tronchi, muschi, cespugli e rampicanti. La dimensione dello spazio è dominata dalla verticalità (porte, armadi, finestrature, ecc.) a evocare la percezione dell’abitare nella foresta.
La metafora dell’albero non costituisce un semplice espediente retorico, ma la sostanza di uno spazio comune – il tronco, che collega rami e foglie – le camere, e le radici a terra ­– l’edificio, in un ambiente accogliente, domestico, ma al tempo stesso rupestre. L’ambiente del soggiorno e il corridoio di collegamento sono rivestiti con assi di legno di recupero, mentre lo spazio si comprime e si dilata ospitando oggetti d’arte come quadri, fotografie e piccole sculture posizionate con attenzione curatoriale.
Dalla terrazza aperta sul salotto si può godere di una magnifica vista sul Ponte alle Grazie e sul giardino di Villa Bardini.
La scrittura essenziale degli ambienti svela la cura con cui è pensato e costruito ogni singolo aspetto e dettaglio – i complementi di arredo, l’illuminazione, i bagni –, dove il design e la materia si coniugano con la funzionalità e l’ecosostenibilità.

LuogoFirenze
Progetto2016
CommittenteLorenzo Segre
ImpresaNital Restauri, Divania (arredi)
Superficie Costruita150 mq